Amore di Dio

A lui, che ci ama …

Giovanni, alle sette chiese che sono in Asia: grazia a voi e pace da colui che è, che era e che viene, dai sette spiriti che sono davanti al suo trono e da Gesù Cristo, il testimone fedele, il primogenito dei morti e il principe dei re della terra.
A lui che ci ama, e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi un regno e dei sacerdoti del Dio e Padre suo, a lui sia la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen. (Apocalisse 1:4-6)

Questo canto di riconoscenza e di adorazione si eleva dal cuore e dalla bocca di tutti coloro che hanno sperimentato la salvezza per mezzo della fede nel sacrificio del Signore Gesù.

Notiamo che non è detto: “A lui che mi ama” bensì “che ci ama”. Ciò è vero per ogni credente. L’amore col quale siamo stati amati rimane lo stesso per l’eternità. Come ci ha amati quando è stato messo in croce e ha portato il giudizio al nostro posto, così ci amerà per sempre.

Or prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta per lui l’ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. (Giovanni 13:1)

Ma la liberazione per mezzo del sangue di Gesù è avvenuta soltanto per tutti coloro che di cuore credono in Lui, e ciò avviene una volta per sempre.

Tanto più dunque, essendo ora giustificati per il suo sangue, saremo per mezzo di lui salvati dall’ira. (Romani 5:9)

Infatti con un’unica offerta egli ha reso perfetti per sempre quelli che sono santificati. (Ebrei 10:14)

Esiste, è vero, per il credente una giornaliera purificazione; questo avviene per mezzo della Parola di Dio che, applicata alle nsotre coscienze, agisce con la sua azione purificatrice.

Poi mise dell’acqua in una bacinella, e cominciò a lavare i piedi ai discepoli, e ad asciugarli con l’asciugatoio del quale era cinto. Si avvicinò dunque a Simon Pietro, il quale gli disse: «Tu, Signore, lavare i piedi a me?» Gesù gli rispose: «Tu non sai ora quello che io faccio, ma lo capirai dopo». Pietro gli disse: «Non mi laverai mai i piedi!» Gesù gli rispose: «Se non ti lavo, non hai parte alcuna con me». E Simon Pietro: «Signore, non soltanto i piedi, ma anche le mani e il capo!» Gesù gli disse: «Chi è lavato tutto, non ha bisogno che di aver lavati i piedi; è purificato tutto quanto; e voi siete purificati, ma non tutti». (Giovanni 13:5-10)

Santificali nella verità: la tua parola è verità. (Giovanni 17:17)

Dio riconosce questa purificazione, sulla base del sangue di Cristo versato una volta per sempre.