E Simon Pietro gli rispose: «Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. (Giovanni 6:68)

Una giovane studentessa austriaca si interrogava sul senso della vita. Ella consultò gli scritti dei più antichi filosofi e teologi: Socrate, Aristotele, Platone, Tommaso d’Aquino. Ma nessuna risposta era soddisfacente. La biografia di Agostino l’appassionò, ma non le apportò la risposta attesa.

Si interessò così di occultismo e di astrologia. Ebbe contatti con un medium che le disse che era già vissuta per mille anni e che era figlia di un dio greco. Delusione. Nessuno rispondeva alla sua domanda: dove trovare la verità?

Un giorno prese in mano una Bibbia. Cominciò a leggerla. Poco a poco la luce penetrò nella sua anima turbata. Aveva trovato la risposta che aveva cercato a lungo. Vi scoprì degli uomini che si ponevano le stesse domande e alle quali Dio aveva risposto. Pregò il Signore.

Più tardi disse: “Ho capito che la verità si trova nella Bibbia, che Gesù è la verità, la vita e la vita che conduce al cielo. Ho imparato che mi bastava credere a Lui per essere veramente libera. Ora sono molto felice”.

Infatti, poiché nella sapienza di Dio il mondo non ha conosciuto Dio per mezzo della propria sapienza, è piaciuto a Dio di salvare quelli che credono mediante la follia della predicazione, poiché i Giudei chiedono un segno e i Greci cercano sapienza, ma noi predichiamo Cristo crocifisso, che è scandalo per i Giudei e follia per i Greci; ma a quelli che sono chiamati, sia Giudei che Greci, noi predichiamo Cristo, potenza di Dio e sapienza di Dio; poiché la follia di Dio è più savia degli uomini e la debolezza di Dio più forte degli uomini. (1 Corinzi 1:21-25)

E la Parola si è fatta carne ed ha abitato fra di noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, come gloria dell’unigenito proceduto dal Padre, piena di grazia e di verità. (Giovanni 1:14)

Poiché la legge è stata data per mezzo di Mosè, ma la grazia e la verità sono venute per mezzo di Gesù Cristo. (Giovanni 1:17)

Questo infatti è buono ed accettevole davanti a Dio, nostro Salvatore, il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati, e che vengano alla conoscenza della verità. (1 Timoteo 2:3-4)