Potenza di Dio

Ancora un brevissimo tempo

In un servizio giornalistico, uno scienziato dichiarava che, secondo le ultime osservazioni scientifiche, l’universo ha avuto un principio subitaneo e avrà probabilmente una fine altrettanto subitanea. Molti fisici concordano nel descrivere il principio del nostro universo come una specie di gigantesca esplosione che essi chiamano il “big bang”.

I credenti non hanno bisogno dei calcoli complicati degli scienziati per confermare le dichiarazioni del Creatore stesso. Il primo versetto della Bibbia ci dice:

Nel principio DIO creò i cieli e la terra. (Genesi 1:1)

La Parola del Signore dice ancora:

Ma essi dimenticano volontariamente che per mezzo della parola di Dio i cieli vennero all’esistenza molto tempo fa, e che la terra fu tratta dall’acqua e fu formata mediante l’acqua, a motivo di cui il mondo di allora, sommerso dall’acqua, perì, mentre i cieli e la terra attuali sono riservati dalla stessa parola per il fuoco, conservati per il giorno del giudizio e della perdizione degli uomini empi.

Ora, carissimi, non dimenticate quest’unica cosa: che per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni come un giorno. Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa, come alcuni credono che egli faccia, ma è paziente verso di noi, non volendo che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento. Ora il giorno del Signore verrà come un ladro di notte; in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi si dissolveranno consumati dal calore e la terra e le opere che sono in essa saranno arse. (2 Pietro 3:5-10)

Ma ciò che i fisici non forse non sanno e che Dio dichiara nella sua Parola, che questa fine sarà preceduta dal ritorno del Signore Gesù Cristo, che verrà a rapire i credenti, già morti o ancora viventi, per condurli nel cielo dove saranno per sempre con Lui.

Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati; perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre con il Signore. (1 Tessalonicesi 4:15-17)

Questa venuta porrà fine al tempo della grazia, unico periodo durante il quale l’occasione è data ad ogni uomo di mettersi in regola con Dio. E tutti gli eventi ci mostrano che questa venuta è vicina. La Bibbia ci dà ancora questo ulteriore avvertimento:

Ancora un brevissimo tempo, e colui che deve venire verrà e non tarderà. (Ebrei 10:37)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *