Che tipo di grandezza

Sì, sono come un uomo che non sente, e che non può rispondere con la sua bocca. Poiché spero in te, o Eterno, tu risponderai, o Signore, DIO mio. (Salmi 38:14-15)

Abbiamo interesse per quelli che soffrono? La sofferenza, si pensa, è competenza della medicina o della psicoterapia o della terapia del dolore.

Gli eroi moderni si presentano non come esseri sofferenti, ma come gente che ha successo. Sono loro quelli che tutti ammirano.

Se Gesù avesse liberato le sue mani dai chiodi, se fosse sceso dalla croce e, per andarsene, avesse attraversato la folla stupefatta, sarebbe un eroe di fama mondiale.

La violenza che s’impone è più facile da comprendere di quanto non lo sia l’amore che si fa carico degli altri, che soffre e tace. La grandezza è per molti sinonimo di potenza, di ricchezza di predominio. Ma nel regno di Dio, la scala dei valori non è la stessa che sulla terra degli uomini.

Se Gesù avesse opposto la violenza alla violenza, sarebbe sorto un conflitto di più su questa terra che di guerre ne ha già tante. E con che risultato? Nessuno!

Il Signore ha opposto alla violenza la forza della dolcezza, alla menzogna la forza della verità, all’insulto la forza del silenzio, al delitto la forza del perdono, all’odio la forza dell’amore.

Leave a Reply