Discepoli

Comunicazione moderna

Dal telegrafo a Internet, quali progressi tecnici sono stati realizzati nel campo della comunicazione! Oggi, ognuno può comunicare istantaneamente sull’argomento che gl’interessa con interlocutori di tutto il mondo, diventato un “villaggio globale”!

Ogni generazione ha nutrito la speranza di stringere i rapporti tra gli uomini, di fare avanzare le libertà e scomparire i grandi squilibri sociali.

Ma la realtà è molto diversa. L’uso delle nuove tecnologie contribuiscono ad accentuare le differenze già esistenti. Riducono, snaturano, rendono disumani i nostri scambi che pure costituiscono la ricchezza delle relazioni umane. In definitiva, l’anonimato può portare ad un sentimento di profonda solitudine.

Solo Dio, per mezzo dell’opera d’amore da lui compiuta, può unire persone di tutto il mondo in una grande famiglia, facendo di ogni credente un suo figlio. Dio vuole farsi conoscere da vicino per mezzo di suo Figlio Gesù che è tutti i giorni con ciascuno dei suoi, e lo fa per mezzo dello Spirito Santo.

Inoltre, possiamo essere in comunicazione con lui in modo costante e istantaneo tramite la preghiera, da lui sempre ascoltata, e leggendo la Bibbia, sua Parola scritta.

E avverrà che prima che mi invochino io risponderò, staranno ancora parlando che io li esaudirò. (Isaia 65:24)

Per potere beneficiare di tutti questi privilegi, l’unica condizione è credere che Gesù Cristo è morto per noi. E’ lui l’unico mediatore tra Dio e gli uomini, che ha dato se stesso in riscatto per tutti quello che lo accolgono nel cuore e nella vita.

Dio, dopo aver anticamente parlato molte volte e in svariati modi ai padri per mezzo dei profeti, in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo di suo Figlio, che egli ha costituito erede di tutte le cose, per mezzo del quale ha anche fatto l’universo. Egli, che è lo splendore della sua gloria e l’impronta della sua essenza e che sostiene tutte le cose con la parola della sua potenza, dopo aver egli stesso compiuto l’espiazione dei nostri peccati, si è posto a sedere alla destra della Maestà nell’alto dei cieli, ed è diventato tanto superiore agli angeli, quanto più eccellente del loro è il nome che egli ha ereditato. (Ebrei 1:1-4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *