Perciò, ricordatevi che un tempo voi, stranieri di nascita, chiamati incirconcisi da quelli che si dicono circoncisi, perché tali sono nella carne per mano d’uomo, voi, dico, ricordatevi che in quel tempo eravate senza Cristo, esclusi dalla cittadinanza d’Israele ed estranei ai patti della promessa, senza speranza e senza Dio nel mondo. (Efesini 2:11-12)

L’apostolo Paolo ricorda ai credenti della chiesa di Efeso la loro condizione prima della conversione: vivevano senza Dio e senza Cristo.

cid_teofania-12Anche tu vivi ancora così? Allora, nella tua vita manca l’essenziale, anche se la ritieni soddisfacente. Tutti i tuoi progetti si limitano a un orizzonte terreno, ma non c’è speranza. La morte non può che apparirti come un immenso e angosciante punto interrogativo. Rifiuti di pensarci, tuttavia sai che è una scadenza inevitabile.

Ma puoi vivere con Dio, come fece un tempo Enoc, uno dei primi uomini citati nella Bibbia.

Enoc, dopo aver generato Metusela, camminò con Dio trecento anni e generò figli e figlie. (Genesi 5:55)

Vivere con Dio significa innanzi tutto conoscerlo così come Egli è rivelato a noi per mezzo della Bibbia e poi del Suo Figlio Gesù Cristo, che ha dimostrato, allo stesso tempo, la santità di Dio che non sopporta il peccato, e il suo amore che vuole salvare il peccatore.

Ogni persona che chiede perdono a Dio, accettando per sé il sacrificio di Gesù alla croce, conosce Dio come un Padre amorevole e premuroso; essa sa che può contare su di Lui in tutte le circostanze della sua vita sulla terra, e possiede la certezza incrollabile di passare l’eternità con Dio, nella Sua casa nel cielo.

Ci sono soltanto questi due modi di vivere, e ancora oggi Dio ti offre di vivere ciò che è veramente la vita.

Ai ricchi in questo mondo ordina di non essere d’animo orgoglioso, di non riporre la loro speranza nell’incertezza delle ricchezze, ma in Dio, che ci fornisce abbondantemente di ogni cosa perché ne godiamo; di far del bene, d’arricchirsi di opere buone, di essere generosi nel donare, pronti a dare, così da mettersi da parte un tesoro ben fondato per l’avvenire, per ottenere la vera vita. (1 Timoteo 6:17-19) 

Egli sa che solo una vita con Lui vale la pena di essere vissuta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia