Conformismo o trasformazione?

E non vi conformate a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la buona, accettevole e perfetta volontà di Dio. (Romani 12:2)

Quando ci conformiamo a questo mondo, viviamo a modo nostro. Possiamo essere amabili agli occhi dei nostri fratelli di fede, possiamo essere onesti e morali e tutti possono parlare bene di noi, tuttavia facciamo tutto a modo nostro.

Quando ci conformiamo a questo mondo, useremo la forza del nostro corpo, la nostra mente, i nostri talenti e doni solo come pare a noi, per compiacere noi stessi e ci serviremo della nostra professione, degli affari, del denaro come vogliamo. Non usiamo nessuna di queste cose a lode, onore e gloria di Dio.

La salvezza è solo un inizio e non dovremmo essere contenti con solo un inizio. Il desiderio del nostro cuore deve essere trasformato. Solo allora le nostre menti trasformate saranno occupate nella lode e gratitudine per il nostro Padre celeste e su come possiamo essere dei veri testimoni per Lui in questo mondo perduto. Non dobbiamo mai dimenticare che lo scopo finale della nostra redenzione non è la nostra salvezza, ma la gloria di Dio!

Per essere dei veri testimoni di Dio in questo mondo, dobbiamo essere trasformati. In ogni modo possibile, dobbiamo tendere a conformarci all’immagine di Gesù, giorno per giorno.

Poiché quelli che egli ha preconosciuti, li ha anche predestinati ad essere conformi all’immagine del suo Figlio, affinché egli sia il primogenito fra molti fratelli. (Romani 8:29)

Per fare progressi in questa direzione, almeno in qualche misura, è molto importante che ogni giorno teniamo ben presente da che cosa siamo stati salvati e per che cosa siamo stati redenti. Non dobbiamo dimenticare che gli occhi del mondo sono sopra di noi: osservano qual sia la differenza fra noi e loro.

Leave a Reply