La volta celeste disseminata di stelle è uno spettacolo estasiante per gli occhi. Vi sono cento miliardi di stelle solo nella via lattea, tutte sostenute da una mano invisibile e potente in un movimento incessante.

C’è di che provocare le vertigini! Spontaneamente la storia di Abramo affiora alla nostra menta. Un uomo della sua età che non poteva più sperare di avere figli, ricevette questo messaggio: la sua discendenza sarebbe stata numerosa quanto le stelle ch’egli poteva contare.

282c0_9e00Guarda il cielo e conta le stelle se le puoi contare. E soggiunse: Tale sarà la tua discendenza. (Genesi 15:5)

E’ da tenere presente che sotto il cielo orientale del deserto, il numero delle stelle visibile è molto maggiore che sotto il cielo inquinato delle nostre città occidentali!

E se per mezzo di questo spettacolo Dio volesse dire anche a noi, chi siamo suoi figli, che le nostre ricchezze in Cristo sono più numerosi che le stelle del cielo? Siamo sufficientemente riconoscenti per un tale dono di Dio?

E se Dio volesse anche dirci che tutti i compiti che Egli ci affida sono tanto numerosi quanto le stelle? Tutto ciò non ci ricorda forse l’importanza delle nostre responsabilità di credenti?

Sforzati di presentare te stesso davanti a Dio come un uomo approvato, un operaio che non abbia di che vergognarsi, che dispensi rettamente la parola della verità (2 Timoteo 2:15)

Certo, ci è più facile accettare il pensiero delle nostre benedizioni che quello delle nostre responsabilità. Responsabilità, alle quali non abbiamo scuse per sottrarci, poiché “se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? (Romani 8:31).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia