Salvezza

Cosa chiede oggi il Signore

Riverserò sulla casa di Davide e sugli abitanti di Gerusalemme lo Spirito di grazia e di supplicazione; ed essi guarderanno a me, a colui che hanno trafitto; faranno quindi cordoglio per lui, come si fa cordoglio per un figlio unico, e saranno grandemente addolorati per lui, come si è grandemente addolorati per un primogenito. (Zaccaria 12:10)

Quello che Dio ci chiede oggi è di “riguardare a Gesù”, di credere con tutto il nostro cuore che solo Lui ci può salvare, e di accettarlo nella nostra vita come il Salvatore. Chiediamogli perdono per i nostri peccati, cominciamo a ringraziarlo per avere dato il Suo Figliuolo a morire sulla croce anche per noi, riconosciamo che abbiamo bisogno del Suo aiuto e invochiamolo con tutto il nostro cuore.

Può sembrare troppo facile per essere vero, ma solo così possiamo essere salvati, liberati e trasformati, possiamo essere una nuova creatura e avere una gioia che prima non abbiamo mai conosciuto. Perché c’è una vita esuberante e traboccante, che possiamo vivere in Cristo. Egli ha detto:

Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; ma io sono venuto affinché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza. (Giovanni 10:10)

Se siamo stanchi di cercare a destra e a sinistra la gioia e la pace, se siamo delusi dagli uomini o dalle istituzioni, se non abbiamo trovare soddisfazione vera nella religione, nella politica, o nei divertimenti di questa terra, ascoltiamo l’invito del Maestro che ancora oggi proclama:

Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. (Matteo 11:28)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *