Cos’è l’amore?

Nessuno ha amore più grande di questo: dare la propria vita per i suoi amici. (Giovanni 15:13)

Un bambino di soli quattro anni chiese alla madre: Cos’è l’amore?”. La donna, sorpresa dall’improvvisa domanda, cercò di prendere tempo e disse al figlio: Và fuori e prendi tutto ciò che secondo te potrebbe essere l’amore!”.

Il bambino ubbidì. Nel frattempo, la donna pensava a cosa dovergli rispondere: non voleva dare una risposta banale ad una domanda così profonda e intelligente come quella postagli dal figlio, ma, ahimè, non riusciva proprio a trovarne una.

Dopo circa venti minuti il bambino tornò a mani vuote e disse: “Ho trovato un fiore bellissimo che aveva un profumo davvero speciale che ricordo ancora, ma mi dispiaceva coglierlo e farlo morire, così l’ho lasciato; poi ho visto una farfalla, dalle ali colorate, ma mi dispiaceva catturarla e toglierle la libertà; infine ho visto una piante, molto bella e con dei frutti, ma ho pensato che non sarei riuscito a sradicarla; così non ho presto niente ed ora non ho la risposta!”

La madre sorrise e gli disse: “No, figlio mio, tu hai trovato la tua risposta: l’amore è un fiore profumato che non va strappato, ma il suo profumo sempre ricordato; è una farfalla dai mille colori, ma deve volare nella libertà, non può essere intrappolata; un albero che mette radici molto profonde così da poter crescere sano e ricco di frutti senza che nessuna forza lo possa sradicare”.

L’amore non si strappa, non si cattura e non si sradica per via della sua statura, ma può diventare una tortura per chi di esso vuole cambiare la natura. Non lasciarti ingannare dai mille volti che satana gli vuole dare, ma chiedi al Signore Gesù e lasciatelo mostrare!

L’amore è paziente, è benigno; l’amore non invidia, non si mette in mostra, non si gonfia, non si comporta in modo indecoroso, non cerca le cose proprie, non si irrita, non sospetta il male; non si rallegra dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità, tollera ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa. (1 Corinzi 13:4-7)

Leave a Reply