Discepoli

Crepuscolo della vita cristiana

Ma tu parla di cose che siano conformi alla sana dottrina: gli uomini anziani siano sobri, dignitosi, padroni di sé, sani nella fede, nell’amore, nella pazienza. (Tito 2:1-2)

Invecchio, Signore; accordami la grazia di rimanere modesto e di non ritenere che la mia esperienza mi permetta di avere un parere autorizzato su tutti gli argomenti. Accordami di essere saggio negli apprezzamenti che sono chiamato a fare sulle situazioni e sulle persone.

Invecchio, Signore. Fa’ che non diventi un personaggio triste, austero, inquieto, col pensiero sempre rivolto al passato, ma che invece possa essere un modello di pazienza, di dolcezza e di comprensione!

Invecchio, Signore; dammi la capacità di rispettare sempre meglio la tua volontà. Dammi il coraggio di insegnare le tue prescrizioni e di viverle in un mondo disorientato, senza riferimenti, né speranza. Accordami specialmente di riflettere l’esempio di amore vero e disinteressato che tu ci hai lasciato.

Invecchio, Signore; rendimi più sensibile ai bisogni di coloro che mi attorniano, cioè, della mia famiglia, dei miei parenti prossimi, di tutti coloro che attraversano la solitudine o la sofferenza. Accordami la grazia di pregare per loro con perseveranza e fede.

Invecchio, Signore; accordami di essere sempre in attesa, non della morte, come atto che porrebbe fine ai miei problemi, ma del tuo prossimo ritorno che, come tu hai promesso, non può tardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *