Cristo, il Buon Pastore

Io sono il buon pastore, e conosco le mie pecore e le mie conoscono me, come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e depongo la mia vita per le pecore. (Giovanni 10:14-15)

Quando Gesù dice di essere il Buon Pastore del Suo gregge, Egli non solo è benevolo e gentile, ma anche genuino e vero. Si pone in contrasto con i ladri, i briganti ed i mercenari che, in realtà, fanno solo i loro interessi, sfruttando il gregge e non se ne prendono cura.

Fino ad un certo punto, il mercenario, il salariato può svolgere il suo compito in modo soddisfacente. Non abbandonerà il gregge per banali considerazioni: si vuole guadagnare la su paga! Quando però giunge il tempo della prova, il mercenario dice: “Non sono mica stupido! Ci tengo alla mia pelle”, ed abbandona il gregge alla mercé delle bestie selvatiche e fameliche.

Quant’è diverso il nostro Signore, il Buon Pastore, che ha dato la sua vita per le Sue pecore! Perché ci ha amati così tanto? Egli va alla ricerca di coloro che appartengono al Suo gregge, ma che si sono persi nei sentieri oscuri del peccato. Gesù va alla ricerca della pecora che si è perduta e non si dà pace finché non l’avrà ritrovata! Questo è il modo di fare del Pastore!

Egli vede e conosce tutto ciò che siamo e facciamo. Egli conosce le nostre motivazioni, spesso incomprese. Egli conosce le ansie che gettano un’ombra sulla nostra gioia, le nostre paure e le nostre speranze. Egli attenua, come nessuno straniero può fare, l’amarezza del nostro cuore.

Il Signore ha raggiunto anche te che leggi queste righe. Forse è questo il modo che Egli ha scelto per raggiungerti e rivolgerti la Suo invocazione a far parte del Suo popolo ed a ricevere la sua grazia. Egli vuole essere il tuo Pastore. Di Lui puoi avere completa fiducia.

Leave a Reply