Rinascita

Cristo, l’ultimo Adamo

Così sta anche scritto: «Il primo uomo, Adamo, divenne anima vivente»; ma l’ultimo Adamo è Spirito che dà la vita. Ma lo spirituale non è prima, bensì prima è il naturale, poi lo spirituale. Il primo uomo, tratto dalla terra, è terrestre; il secondo uomo, che è il Signore, è dal cielo. (1 Corinzi 15:45-47)

Dalla disubbidienza di Adamo in poi, l’uomo è stato incapace di soddisfare le esigenze della santità di Dio. Quando Gesù, il Figlio di Dio, è venuto sulla terra, è nato da una donna per avere un corpo di uomo, ma la sua natura era senza peccato.

Lui è il “secondo uomo” che fa ripartire da zero la storia degli uomini ma in modo perfetto, mostrando ciò che è gradito a Dio: dipendenza, ubbidienza, umiltà, dolcezza. Gesù Cristo uomo, nel suo comportamento e nelle sue parole, è un modello perfetto.

A questo infatti siete stati chiamati, perché Cristo ha sofferto per noi, lasciandoci un esempio, affinché seguitate le sue orme. «Egli non commise alcun peccato e non fu trovato alcun inganno nella sua bocca». (1 Pietro 2:21-22)

Adamo non ha saputo mantenere la posizione e le benedizioni che Dio gli aveva dato e si è allontanato da Dio; così Cristo ha dovuto venire per salvare noi che eravamo perduti e ricondurci a Dio. Con la sua morte sulla croce ha pagato il prezzo del riscatto delle nostre anime.

Per cui, come per una sola trasgressione la condanna si è estesa a tutti gli uomini, così pure con un solo atto di giustizia la grazia si è estesa a tutti gli uomini in giustificazione di vita. (Romani 5:18)

Adamo è stato il capostipite di una discendenza di peccatori, Cristo è il capostipite di quelli che hanno fede in Lui e che sono stati resi giusti dal suo sacrificio!

Questa nuova famiglio è dunque composta da tutti quelli che, essendosi riconosciuti colpevoli, hanno accettato Gesù come loro Salvatore e hanno ricevuto il perdono di Dio e la vita eterna. Non ci sarà un altro “capostipite”, e noi credenti, “come abbiamo portato l’immagine del terrestre, così porteremo anche l’immagine del celeste.

Il primo uomo, tratto dalla terra, è terrestre; il secondo uomo, che è il Signore, è dal cielo. Qual è il terrestre tali sono anche i terrestri; e qual è il celeste, tali saranno anche i celesti. E come abbiamo portato l’immagine del terrestre, porteremo anche l’immagine del celeste. (1 Corinzi 15:47-49)

Chi possiede la vita eterna risusciterà con un corpo spirituale e starà per sempre nel cielo con il suo Signore.

Così sarà pure la risurrezione dei morti; il corpo è seminato corruttibile e risuscita incorruttibile. È seminato ignobile e risuscita glorioso; è seminato debole e risuscita pieno di forza. È seminato corpo naturale, e risuscita corpo spirituale. Vi è corpo naturale, e vi è corpo spirituale. (1 Corinzi 15:42-44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *