Fede

Dei fiori finti

Ma a te piace la verità che risiede nell’intimo, e m’insegni la sapienza nel segreto del cuore. Purificami con issopo, e sarò mondo; lavami, e sarò più bianco della neve. Fammi sentire gioia e allegrezza; fa’ che le ossa che hai spezzato festeggino. Nascondi la tua faccia dai miei peccati e cancella tutte le mie iniquità. O DIO, crea in me un cuore puro e rinnova dentro di me uno spirito saldo. (Salmi 51:6-10)

Sai distinguere i fiori finti da quelli veri? Sicuramente dirai subito sì, ma a volte non è così facile. Se i fiori sono fatti con tessuti delicati, colorati con delle tinte e delle sfumature che corrispondono al vero, a volte si può rimanere ingannati. Ma quando ci si avvicina ogni dubbio scompare.

Una esame attento farà subito risaltare la mancanza di vita, la fissità della composizione e, soprattutto, la mancanza di profumo. Alcuni fiori finti possono essere stati profumati con profumi sintetici, ma non è la stessa cosa.

Molti cristiani appaiono come quei fiori finti: si presentano come credenti, sono religiosi, magari fanno buone opere, ma non hanno il Signore nel cuore, non l’hanno accolto come loro Salvatore e, di conseguenza, non hanno in loro la vita divina.

Solo una bella apparenza, niente di più. Manca il “profumo di Cristo”, manca l’entusiasmo di appartenergli, la gioia del perdono di Dio, la pace fondata sulle sue promesse.

Com’è la nostra situazione? Esaminiamoci seriamente sapendo che Dio, che legge nei cuori, non ha difficoltà a capire se, dietro tante belle apparenze, manca la realtà. E la realtà della fede, di una “fede che opera per mezzo dell’amore” (Galati 5:6), è la sola cosa che Lui vuole da noi!

L’amore sia senza ipocrisia; detestate il male e attenetevi fermamente al bene. (Romani 12:9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *