Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo si è manifestato per noi l’amore di Dio: che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo affinché, per mezzo di lui, vivessimo. In questo è l’amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati. (1 Giovanni 4:8-10)

Dio è indifferente alla sorte degli uomini? Forse te lo sei chiesto tante volte. Certe sofferenze sono dovute a delle cattive scelte: ricerca di potere e di gloria personale, concupiscenza, gelosia, odio… Eppure, quando le cose vanno male, si dà sempre la colpa a Dio.

Perché Dio non interviene a mettere ordine, a stabilire la pace, la giustizia, l’amore e la gioia fra gli uomini? Nell’apparente silenzio di Dio, dobbiamo riconoscere la libertà di scelta che Egli dà a tutti gli esseri umani. Dio non costringe nessuno, ma indica chiaramente la strada della vita.

cuoreDio ama tutti gli essere umani, non è insensibile alla loro condizione. Anzi, Egli dà prova di pazienza verso tutti, “non volendo che qualcuno perisca, ma che tutti giungano al ravvedimento” (2 Pietro 3:9).

Dio avverte gli uomini della loro fragilità e dello sbocco del loro cammino: la morte e il giudizio. Un giorno dovrà intervenire per mettere ordine sulla terra, e allora “giudicherà il mondo con giustizia” (Atti 17:31) e punirà ogni violenza, ogni atto d’orgoglio, ogni disubbidienza alle Sue leggi e alla Sua volontà.

Ma oggi la Sua Parola fa ancora un rimprovero e, nello stesso tempo, un invito; e ti dice: “Disprezzi tu le ricchezze della sua bontà, della sua pazienza e della sua costanza, non riconoscendo che la bontà di Dio ti spinge al ravvedimento?” (Romani 2:4).

L’amore di Dio non si limita al fatto d’aver creato degli esseri liberi. Egli sapeva in anticipo che gli uomini avrebbero fatto un cattivo uso di questa libertà, diventando schiavi del peccato. Così, ancora prima che il mondo fosse creato, Dio aveva concepito un piano di riscatto per l’uomo; ce lo rivela la Bibbia. Gesù Cristo era stato “già designato prima della fondazione del mondo”.  (1 Pietro 1:20)

Che grande mistero!

“Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede il Lui non perisca, ma abbia vita eterna”. (Giovanni 3:16)

Che messaggio rassicurante! Dio ci ha tanto amati da consentire che il Suo unico figlio venisse a farsi carico dei nostri peccati e a subirne le conseguenze. La sua morte sulla croce è la vittoria sul male, la Sua risurrezione è la garanzia della risurrezione e della vita eterna di tutti coloro che lo hanno accolto come Salvatore.

Sarebbe bello che anche tu potessi dire insieme a tutti coloro che hanno creduto: “Gesù, nostro Signore, il quale è stato dato a causa delle nostre offese ed è stato risuscitato per la nostra giustificazione“. (Romani 4:24-25)

Seguendo Gesù, anche tu troverai un senso alla tua vita e riceverai il coraggio necessario per superare le prove, in questo mondo sconvolto, privo di punti di riferimento, senza valori e senza meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia