Dio ti sta correggendo?

Voi non avete ancora resistito fino al sangue, combattendo contro il peccato, e avete dimenticato l’esortazione che si rivolge a voi come a figli: «Figlio mio, non disprezzare la correzione del Signore e non perderti d’animo quando sei da lui ripreso, perché il Signore corregge chi ama e flagella ogni figlio che gradisce». Se voi sostenete la correzione, Dio vi tratta come figli; qual è infatti il figlio che il padre non corregga? (Ebrei 12:4-7)

Chi è genitore lo sa bene: educare i figli è una gran bella fatica! Cerchiamo ogni giorno di dare loro una buona educazione, se commettono uno sbaglio li riprendiamo, aspettandoci da loro che la prossima volta non facciano più lo stesso errore. Solo così possiamo avere la conferma che stanno maturando come uomini e donne.

Dio Padre fa lo stesso con noi: come figli, riceviamo da Lui parole di disciplina che ci aiutano a non commettere errori, a non cadere nel peccato, a vivere una vita santa. Quando commettiamo un errore, Egli ci corregge con amore e lo fa esclusivamente per il nostro bene, per farci raggiungere quell’esempio perfetto di santità che è Gesù Cristo.

Non restiamo indifferenti a quella voce che ci dice che stiamo sbagliando in quella o questa cosa, perché è la voce di un Padre preoccupato per noi, che ci corregge perché ci ama, perché  siamo per Lui siamo importanti e non vuole perderci. AffidiamoGli la nostra vita, tenendo gli occhi fissi su Gesù, esempio perfetto di fratello maggiore che ci aiuterà a non cadere!

Leave a Reply