Il dolore è costante: febbre elevata, tosse persistente, malessere generale… Qualche calmante non ha avuto l’effetto sperato, il male continua! Il medico consultato ha fatto la diagnosi e ha prescritto le ricette. Ovviamente la visita ha solo messo in evidenza il tipo di malattia, ma per guarire bisogna ora prendere le medicine rispettando la posologia.

L’ammalato ha seguito obbligatoriamente le seguenti tappe:

  • Si è riconosciuto ammalato
  • Ha consultato un medico competente
  • Ha accettato la sua diagnosi
  • Ha rispettato scrupolosamente le norme per l’assunzione delle medicine prescritte

visita_medicaQuesta è la stessa procedura da seguire per guarire la malattia spirituale dell’umanità. Perché non ‘è dubbio, l’uomo è malato: è stato contaminato fin dalla nascita da un “virus” temibile che aggredisce la sua anima e porta in lui la morte spirituale. Questo virus si chiama “peccato” e l’effetto che ha su ogni essere umano è quello di renderlo incapace di fare solamente il bene e di sottomettersi in tutto all’autorità di Dio. Chi può curare questa malattia? Solamente Dio può farlo.

Questo è buono e gradito davanti a Dio, nostro Salvatore, il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità. (1 Timoteo 2:3-4)

Quale è la diagnosi e quali sono le conseguenze che porta questo virus?

… tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio… (Romani 3:23)

… il salario del peccato è la morte… (Romani 6:23)

Quale è la cura? La grazia di Dio che per mezzo della morte di Gesù ci ha salvati.

… il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore. (Romani 6:23)

Infatti c’è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato se stesso come prezzo di riscatto per tutti… (1 Timoteo 2:5-6)

Come guarire? Per fede.

Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me! La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me. (Galati 2:20)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia