Or io vi dico, che molti verranno da levante e da ponente e sederanno a tavola con Abrahamo, con Isacco e con Giacobbe, nel regno dei cieli. (Matteo 8:11)

Un centurione romano aveva un servo malato e molto sofferente. Avendo sentito parlare di Gesù e dei miracoli da lui compiuti, gli andò incontro e lo pregò di guarire il suo servo. Il centurione sapeva per esperienza che cos’è l’autorità. Egli vede nel Signore qualcuno che è rivestito di un’autorità ben più grande della sua, e del quale egli si giudica indegno.

DSCF1508Quando Gesù fu entrato in Capernaum, un centurione venne a lui pregandolo, e dicendo: «Signore, il mio servo giace in casa paralizzato e soffre grandemente». E Gesù gli disse: «Io verrò e lo guarirò». Il centurione, rispondendo, disse: «Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto; ma di’ soltanto una parola, e il mio servo sarà guarito. Perché io sono un uomo sotto l’autorità di altri e ho sotto di me dei soldati; e se dico all’uno: “Va’”, egli va; e se dico all’altro: “Vieni”, egli viene; e se dico al mio servo: “Fa’ questo”, egli lo fa». E Gesù, avendo udite queste cose, si meravigliò, e disse a coloro che lo seguivano: «In verità vi dico, che neppure in Israele ho trovata una così grande fede. (Matteo 8:5-10)

Così si pone in una posizione di servo nei confronti del Signore, e aspetta con fiducia una sua semplice parola in favore del suo servo. Il risultato della sua fede è immediato. Il servo è guarito, e il Signore Gesù si volge verso la folla che lo segue e dice: ” In nessuno, in Israele, ho trovato una fede così grande “.

Questo centurione di Capernaum ebbe l’onore di essere pubblicamente approvato dal Signore, è fra quello di cui il Signore ha ammirato l’umiltà e la fiducia. Che questo ci incoraggi a seguire il suo esempio!

Allora Pietro, aperta la bocca, disse: «In verità io comprendo che Dio non usa alcuna parzialità; ma in qualunque nazione chi lo teme e opera giustamente, gli è gradito, 36 secondo la parola che egli ha dato ai figli d’Israele, annunziando la pace per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti. (Atti 10:34-36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia