Beati quelli che ripongono la loro forza in te e che hanno in cuore le tue vie! (Salmi 84:5)

Ogni essere umano è alla ricerca della felicità, ma dove e come è possibile trovarla?

Il successo, la prosperità o la salute non portano la vera felicità; i piaceri che il mondo offre possono temporaneamente aiutare a dimenticare le preoccupazione e le ansie, ma non danno mai una soddisfazione duratura.

Beato colui la cui trasgressione è perdonata, il cui peccato è coperto! (Salmi 32:1)

Per essere felici, bisogna prima di tutto sapere che i nostri peccati sono stati perdonati, e che solo Gesù Cristo ha il potere di perdonarli.

Ora, affinché sappiate che il Figlio dell’uomo ha autorità in terra di perdonare i peccati: Alzati (disse al paralitico), prendi il tuo letto e vattene a casa tua!». (Matteo 9:6)

Per essere felici, bisogna anche essere liberati dalla paura della morte, cioè possedere la vita eterna. La riceviamo credendo in Gesù.

Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. (Giovanni 3:16)

Dopo aver creduto, per essere felici bisogna camminare con Dio, cioè ubbidire alla sua Parola, la Bibbia, e mantenere con lui una relazione di fede sincera.

Chi dice di dimorare in lui, deve camminare anch’egli come camminò lui. (1 Giovanni 2:6)

Essere felici non significa essere esentati da ogni difficoltà, ma avere Dio sempre al nostro fianco. L’apostolo Paolo era felice anche durante la sua prigionia, perché il Signore era vicino a lui.

Il Signore Gesù non ci accompagnerà in un’iniziativa che avremo preso senza la sua approvazione, potrà fermarci per ricondurci a sé, ma non camminerà con noi quando facciamo la nostra volontà.

Vuoi essere veramente felice? Cerca Dio, il Salvatore, e quando lo avrai trovato, vivi con lui e per lui.