Le cose che si vedono sono per un tempo, ma quelle che non si vedono sono eterne. (2 Corinzi 4:18)

Una favola racconta che una giovane rondine vedendo le formiche così attive, chiese loro lo scopo di tanto lavoro. Queste risposero: “Facciamo provviste per l’inverno”. La rondine soggiunse: “Siete molto sagge, farò come voi”. E si mise ad inseguire mosche, ragni ed altri insetti che ammucchiò nel suo nido.

La madre stupita le chiese: “Che cosa stai facendo?” “Raduno provviste per l’inverno; le formiche mi hanno insegnato a fare così.” “Figlia mia, lascia queste cure alle formiche che non hanno le ali come noi. Quando sarà finita l’estate, noi lasceremo questi luoghi e ce ne andremo in un paese dove non ci mancherà nulla.”

123819949-3bc879d1-1c4c-4c7b-8572-daf106e95cbfE tu? Sei una formica o una rondine? Trascorri il tempo ad accumulare ricchezza per l’avvenire? Non abiterai per sempre sulla terra, la tua casa terrena, ossia il tuo corpo umano, è come una tenda, la tua vera casa potrebbe essere una casa eterna nei cieli.

Sappiamo infatti che se questa tenda, che è la nostra abitazione terrena, viene disfatta, noi abbiamo da parte di Dio un edificio, un’abitazione non fatta da mano d’uomo eterna nei cieli. (2 Corinzi 5:1)

Tra poco, alla venuta di Gesù, coloro che gli appartengono, andranno via con lui. Non lasciarti assorbire più del dovuto dalle preoccupazioni della vita, e non accumulare febbrilmente tesori che periscono!

La nostra cittadinanza infatti è nei cieli, da dove aspettiamo pure il Salvatore, il Signor Gesù Cristo, il quale trasformerà il nostro umile corpo, affinché sia reso conforme al suo corpo glorioso, secondo la sua potenza che lo mette in grado di sottoporre a sé tutte le cose. (Filippesi 3:20-21)

Se finora sei stato estraneo a questa realtà spirituale, se sei preoccupato per il tuo avvenire eterno, sappi che, ancora oggi, il Signore ti offre il suo perdono e la vita eterna per mezzo della fede in Gesù.

Infatti non abbiamo quaggiù una città stabile, ma cerchiamo quella futura. (Ebrei 13:14)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia