Discepoli

Gente suscettibile

Io dunque, il prigioniero per il Signore, vi esorto a camminare nel modo degno della vocazione a cui siete stati chiamati, con ogni umiltà e mansuetudine, con pazienza, sopportandovi gli uni gli altri nell’amore, studiandovi di conservare l’unità dello Spirito nel vincolo della pace. (Efesini 4:1-3)

La suscettibilità è un grave difetto che, più o meno, abbiamo tutti. Di fatto non è altro che una manifestazione del nostro egoismo e del nostro orgoglio, indizio che ci fa comprendere come, in un credente, manca il vero amore e l’interesse per le anime.

Le persone suscettibili vedono tutto sotto una luce falsa. Un nonnulla le ferisce e, a loro avviso, tutto sembra essere una mancanza di riguardo nei loro confronti, allusione maligna, derisione o cattiveria. Esse scoprono un movente abietto in tutto quello che gli altri fanno. Sono pronte ad imputare ai congiunti, al loro conoscenti, ai compagni di lavoro, intenzioni malevoli.

Per questa gente suscettibile, tutto gira intorno al loro importante “io”. Non vengono riconosciuti i loro meriti, non li si pone al posto che è loro dovuto, si è ingrati verso di loro.

Questo triste stato spirituale costituisce molto spesso il più serio ostacolo alla vita comunitaria dei credenti: questa dovrebbe essere facile e gioiosa, invece troppo spesso penosa e pieta di contrasti, poiché le nostre suscettibilità si urtano scambievolmente e sappiamo poco che cosa sia il supporto reciproco ed il perdono.

Vestitevi dunque come eletti di Dio, santi e diletti, di viscere di misericordia, di benignità, di umiltà, di mansuetudine e di pazienza, sopportandovi gli uni gli altri e perdonandovi, se uno ha qualche lamentela contro un altro; e come Cristo vi ha perdonato, così fate pure voi. (Colossesi 3:12-13)

A dire il vero, non c’è che un mezzo per guarirci nella pratica da una tendenza tanto spiacevole: è avere davanti a noi il modello perfetto di umiltà e di rinuncia, Gesù il nostro prezioso Salvatore e Maestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *