La potenza di Gesù è stata evidenziata da numerose guarigioni operata fra i Giudei della sua epoca. Ma essi non pensavano che fosse disposto a farne partecipi anche uno straniero, un Romano, per esempio, o uno schiavo.

Che l’amore di Dio potesse valicare i confini del popolo d’Israele era per loro un fatto del tutto nuovo. Ma Gesù guarisce il servo dell’ufficiale romano, e dichiara davanti a tutti il suo apprezzamene particolare per la fede di quell’uomo (Luca 7:1-10).

umiltàNon c’è distinzione fra Giudeo e Greco, essendo egli lo stesso Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che lo invocano. Infatti chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato. (Romani 10:12-13)

Gesù è venuto a portare al mondo intero un messaggio di liberazione. Non sarebbe un “grande Salvatore” se fosse venuto per salvare soltanto una particolare categoria di persone.

Egli è il nostro grande Dio e Salvatore, Cristo Gesù. (Tito 2:13)

Ancora oggi non sono soltanto i “fedeli delle chiese” che possono essere salvati, ma tutti coloro che ricevono l’offerta gratuita della salvezza per mezzo della fede in Gesù Cristo.

Dio, nostro Salvatore… vuole che tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità. (1 Timoteo 2:3-4)

Tutti sono chiamanti in causa: uomini di cultura o illetterati, ricchi o poveri, neri o bianchi. Il sacrificio di Cristo è perfettamente sufficiente per salvare chiunque in Lui.

L’apostolo Paolo, parlando da giudeo a dei Giudei, dice: “Che dire dunque? Noi siamo forse superiori? No affatto!” (Romani 3:9).

E spiega che, senza eccezione, “tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio,” ma che tutti coloro che credono, e soltanto loro, sono perdonati e resi giusti gratuitamente dalla Sua grazia (Romani 3:23-24)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia