E, senza alcun dubbio, grande è il mistero della pietà: Dio è stato manifestato in carne, è stato giustificato nello Spirito, è apparso agli angeli, è stato predicato tra i gentili, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria. (1 Timoteo 3:16)

Le religioni sono istituzioni umane e sono argomento di molti dibattiti: paragoni, opinioni sui loro benefici o sui danni, commenti filosofici o politici … Secondo la definizione di un dizionario, “la religione è un insieme di riti e credenze che mettono in pace la coscienza e collegano l’umano col divino”.

Gesù Cristo, il Figlio di Dio, è venuto di persona sulla terra; ma non per portare una religione. Era l’inviato del Padre, l’intermediario fra l’uomo e Dio per permettere all’uomo di avvicinarsi al Dio Onnipotente.

ascensioneQuel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della Parola della vita (e la vita è stata manifestata e noi l’abbiamo vista e ne rendiamo testimonianza, e vi annunziamo la vita eterna che era presso il Padre e che è stata manifestata a noi), quello che abbiamo visto e udito, noi ve lo annunziamo, affinché anche voi abbiate comunione con noi; e la nostra comunione è col Padre e col suo Figlio, Gesù Cristo. (1 Giovanni 1:1-3)

Gesù, uomo perfetto, è vissuto sulla terra in mezzo a noi facendo del bene e liberando tutti quelli che erano sotto il potere del diavolo. All’età di 33 anni fu messo a morte dopo un processo iniquo. Ha dato la Sua vita per noi peccatori, ma Dio lo ha risuscitato.

Voi sapete ciò che è accaduto per tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo che Giovanni predicò: come Dio abbia unto di Spirito Santo e di potenza Gesù di Nazaret, il quale andò attorno facendo del bene e sanando tutti coloro che erano oppressi dal diavolo, perché Dio era con lui. E noi siamo testimoni di tutte le cose che egli ha fatto nel paese dei Giudei e in Gerusalemme; e come essi lo uccisero, appendendolo a un legno. Ma Dio lo ha risuscitato il terzo giorno e ha fatto sì che si manifestasse, non già a tutto il popolo, ma ai testimoni preordinati da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui, dopo che è risuscitato dai morti. (Atti 10:37-41)

Ora Egli è vivente, seduto alla destra di Dio e un giorno non lontano prenderà con sè tutti quelli che l’hanno accettato come Salvatore e che costituiscono la Sua Chiesa, quelli cioè che hanno creduto in Lui e nel valore del Suo sacrificio.

Ora vi diciamo questo per parola del Signore: noi viventi, che saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo coloro che si sono addormentati, perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo e con la tromba di Dio discenderà dal cielo, e quelli che sono morti in Cristo risusciteranno per primi; poi noi viventi, che saremo rimasti, saremo rapiti assieme a loro sulle nuvole, per incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore. (1 Tessalonicesi 4:15-17)

Dopo questo, verranno i castighi di Dio su questo mondo incredulo, e dopo breve tempo il Signore Gesù apparirà, non come il capo di una religione, ma come “Signore dei signori, Re dei re”. Davanti a Lui tutti dovranno piegare le loro ginocchia.

Perciò anche Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato un nome che è al di sopra di ogni nome, affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio delle creature (o cose) celesti, terrestri e sotterranee, e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre. (Filippesi 2:9-11)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia