Gesù

Gesù è l’Agnello di Dio

Maltrattato e umiliato, non aperse bocca. Come un agnello condotto al macello, come pecora muta davanti ai suoi tosatori non aperse bocca. (Isaia 53:7)

La Bibbia ci dice che Gesù è l’Agnello di Dio. E’ dunque fondamentale capire, e far capire, che cosa ci vuole dire Dio attraverso questa immagine. L’agnello è un animale particolarmente docile. Si lascia portare alla tosatura o al mattatoio senza opporre resistenza.

Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto ed umile di cuore; e voi troverete riposo per le vostre anime. (Matteo 11:29)

Le sue parole riportate negli Evangeli, in particolare quelle pronunciate nel “sermone sul monte” (Matteo da 5 a 7), hanno ispirato, consolato e incoraggiato intere generazioni di credenti, di ogni cultura e di ogni epoca.

Gesù è l’Agnello di Dio, raffigurato dall’agnello della Pasqua ebraica (Esodo 12) e preannunciato dai profeti che hanno parlato del Servitore sofferente e ubbidiente (Isaia 53). La Sua morte ha un valore espiatorio per Dio. Come un agnello, si lasciò prendere dai soldati quando vennero per arrestarlo, perché sapeva che quella era la volontà di Dio.

Sapeva che sarebbe morto in quanto il Suo sacrificio era necessario per dare a noi la salvezza. Si è dato, senza difendersi, proprio come un agnello. Solo il sacrificio dell’Agnello di Dio ha potuto espiare i nostri peccati.

Il giorno seguente, Giovanni vide Gesù che veniva verso di lui e disse: «Ecco l’Agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo! (Giovanni 1:29)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *