Divinità di Gesù

Gesù nascosto a questo mondo

Ma voi rinnegaste il Santo, il Giusto, e chiedeste che vi fosse dato un assassino, e uccideste l’autore della vita, che Dio ha risuscitato dai morti e del quale noi siamo testimoni! E per la fede nel nome di Gesù, quest’uomo che voi vedete e conoscete è stato fortificato dal suo nome; e la fede, che si ha per mezzo suo, gli ha dato la completa guarigione delle membra, in presenza di tutti voi. Ma ora, fratelli, io so che lo avete fatto per ignoranza, come hanno fatto pure i vostri capi. Ma Dio ha così adempiuto le cose che egli aveva predetto per bocca di tutti i suoi profeti, e cioè, che il suo Cristo avrebbe sofferto. Ravvedetevi dunque e convertitevi, affinché i vostri peccati siano cancellati, e perché vengano dei tempi di refrigerio dalla presenza del Signore, ed egli mandi Gesù Cristo che è stato predicato prima a voi, che il cielo deve ritenere fino ai tempi della restaurazione di tutte le cose, dei quali Dio ha parlato per bocca di tutti i suoi santi profeti fin dal principio del mondo. (Atti 3:14-21)

Il mondo non rivedrà mai più Gesù venire sulla terra con umiltà, portatore della grazia di Dio. La perfezione del suo carattere, quando era presente fra gli uomini, aveva brillato, illuminando il mondo con la sua luce divina. Si sarebbe potuto pensare che, di fronte a tanta grazia perfetta, il mondo non sarebbe rimasto indifferente, che avrebbe scelto di accettarla con gratitudine, ma sappiamo invece quello che ha fatto.

L’uomo ha preparato, a colpi di scure e martello, un grossolano patibolo e ve l’ha inchiodato, come il peggiore criminale. Lui che era amore, giustizia, santità. Poi si è messo a costruire il piedistallo magnifico, ma instabile, del progresso tecnologico, della politica, della religione umana, tutto senza Dio. L’asservimento dell’uomo a satana è oggi più evidente che mai. L’uomo è per natura nemico di Dio.

Ma Dio, che ha elevato il suo Figlio e l’ha fatto sedere alla sua destra nel cielo, precipiterà questa umanità incredula, corrotta e violenta, giù dal piedistallo.

Come un sogno al risveglio, così tu, o Signore, quando ti risveglierai, disprezzerai la loro vana apparenza. (Salmi 73:20)

Il mondo rivedrà Cristo, non più come Salvatore ma come Giudice. E dal momento in cui i riscattati saranno rapiti presso il loro Salvatore, su questa terra cadranno i castighi descritti nel libro dell’Apocalisse.

Quanto poi a quel giorno e a quell’ora, nessuno li conosce, neppure gli angeli dei cieli, ma soltanto il Padre mio. Ma come fu ai giorni di Noè, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio, le persone mangiavano, bevevano, si sposavano ed erano date in moglie, fino a quando Noè entrò nell’arca; e non si avvidero di nulla, finché venne il diluvio e li portò via tutti; così sarà pure alla venuta del Figlio dell’uomo. (Matteo 24:36-39)

Che cosa rimarrà per chi non avrà creduto? Nulla, se non i tormenti eterni.

Ma per i codardi, gl’increduli, gl’immondi, gli omicidi, i fornicatori, i maghi, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno che arde con fuoco e zolfo, che è la morte seconda». (Apocalisse 21:8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *