Peccato

Gira la faccia al peccato

Rivestitevi dell’intera armatura di Dio per poter rimanere ritti e saldi contro le insidie del diavolo, poiché il nostro combattimento non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori del mondo di tenebre di questa età, contro gli spiriti malvagi nei luoghi celesti. (Efesini 6:11-12)

Satana cerca nella vita delle persone un posto dove possa alzare una fortezza. Una volta che l’innalza, sa che quella persona giustificherà, difenderà e continuerà ad aggiungere a questa fortezza altri peccati.

Le cose che ci attraggono sono così forti che ci mettono in una condizione di peccato abituale. Anche dopo averlo riconosciuto davanti a Dio, satana ci sussurra: “Pecca un’altra volta, non ti farà nessun danno” e cadiamo di nuovo nella tentazione.

Pensiamo che la lotta sia tra satana e Dio ma non è così, la lotta e nel nostro “io”.

Desideriamo veramente che Dio distrugga le nostre abitudini cattive? Lasciare il peccato abituale è difficile, ma Dio ci libererà da ogni cosa se noi lo vogliamo e ci pentiamo veramente.

Il vero pentimento avviene quando si sente l’inquietudine del peccato e gli si gira la faccia. Dobbiamo fare questo esercizio una volta, cento volte o anche tutti i giorni per il resto della nostra vita.

Anche se è difficile dire di no al peccato, ti posso dire che lo Spirito Santo è più forte e, se lo vuoi, ti darà l’aiuto di cui hai bisogno. Non rimanere ancora nella tua condizione peccaminosa, rivestiti della completa armatura di Dio e gira la faccia al peccato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *