Speranza

Grandi speranze

Tu seminerai, ma non mieterai; pigerai le olive, ma non ti ungerai d’olio; farai il mosto, ma non berrai il vino. (Michea 6:15)

Non illudiamoci, tutto ciò che facciamo è sempre rivolto al futuro: viviamo poco nel presente, tutto il nostro oggi è sempre incentrato nel domani, nella speranza di quello che faremo, di quello che avremo. Seminiamo per mietere, spremiamo olive per ottenere olio, fermentiamo il mosto per bere il vino.

Ma quante volte le nostre speranze sono deluse? Quante volte i nostri progetti, benché in apparenza perfetti e infallibili, crollano alle prime difficoltà e dinanzi ai primi ostacoli.

La voce di Dio sembra essere perentoria; essa sembra apostrofare: “le tue grandi speranze saranno vane”. Ma il Signore non è bizzarro, le speranze saranno vanificate a causa del nostro cattivo comportamento. Dio è sempre pronto a ridare speranza e luce dov’anche troneggiano le tenebre.

Essi hanno guardato a lui e sono stati illuminati, e le loro facce non sono svergognate. (Salmi 34:5)

La vita, la luce, la libertà, le nostre speranze hanno effetto ed esito positivo solo quando guardiamo alla croce.

Col cuore infatti si crede per ottenere giustizia e con la bocca si fa confessione per ottenere salvezza, perché la Scrittura dice: «Chiunque crede in lui non sarà svergognato». (Romani 10:10-11)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *