Il giorno del Signore verrà come un ladro: in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi infiammati si dissolveranno, la terra e le opere che sono in essa saranno bruciate. (2 Pietro 3:10)

Molti millenni fa, Noè costruì un’arca, una grande imbarcazione. Non c’è voluto un giorno! I suoi contemporanei videro per anni il lavoro paziente di quell’uomo, ubbidiente alla Parola del suo Dio. L’arca fu costruita sulla terra ferma, lontana dai mari. Essa annunciava il terribile giudizio di Dio mediante il diluvio, ma per molti anni non avvenne nulla. Gli uomini di quel tempo pensavano che il giudizio non sarebbe mai venuto! Ciascuno pensava ai propri affari senza credere alla parola di Dio e alla testimonianza manifesta di Noè.

l-arche-de-johan-prete-a-l-emploi-100137Per fede Noè, divinamente avvertito di cose che non si vedevano ancora, con pio timore, preparò un’arca per la salvezza della sua famiglia; con la sua fede condannò il mondo e fu fatto erede della giustizia che si ha per mezzo della fede. (Ebrei 11:7)

Ma ecco che arriva il giorno fatidico. L’arca è completata. Dio dà a Noè l’ordine di entrarvi con la sua famiglia. Ancora sette giorni di pazienza, poi le acque si riversarono sulla terra, e quelli che non avevano creduto vennero travolti…

Anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, lui giusto per gli ingiusti, per condurci a Dio. Fu messo a morte quanto alla carne, ma reso vivente quanto allo spirito. E in esso andò anche a predicare agli spiriti trattenuti in carcere, che una volta furono ribelli, quando la pazienza di Dio aspettava, al tempo di Noè, mentre si preparava l’arca, nella quale poche anime, cioè otto, furono salvate attraverso l’acqua. (1 Pietro:18-20)

Anche oggi la pazienza di Dio aspetta. Le persone che credono a Dio prendono sul serio la sua Parola, sono al riparo del giudizio di Dio perché hanno accolto il mezzo di salvezza che Dio offre per la fede in Gesù. Il tempo scorre veloce e gl’increduli pensano che tutto continuerà così. Ma quello che Dio ha preannunciato si adempierà.

Dio dunque, passando sopra i tempi dell’ignoranza, ora comanda agli uomini che tutti, in ogni luogo, si ravvedano, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia per mezzo dell’uomo ch’egli ha stabilito, e ne ha dato sicura prova a tutti, risuscitandolo dai morti. (Atti 17:30-31)

Ogni giorno che passa ci avvicina a quell’oscuro giorno, ma ancora oggi il sole è sorto, e la salvezza è ancora una volta offerta. Forse Dio sta aspettando solo per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia