Piano di Dio

Ho fiducia

Confida nell’Eterno con tutto il tuo cuore e non appoggiarti sul tuo intendimento; riconoscilo in tutte le tue vie, ed egli raddrizzerà i tuoi sentieri. (Proverbi 3:5-6)

Vicino a un letto d’ospedale, un malato parla del suo stato di salute e descrive le varie cure che gli stanno somministrando. Conclude: “Ma ho fiducia …”

Fiducia sì, ma in che e in che cosa? Quel malato ha fiducia nella sua robusta costituzione, nell’efficacia delle cure, nella competenza dei medici o forse nella sua buona stella?

È meglio rifugiarsi nell’Eterno che confidare nell’uomo. (Salmi 118:8)

Dove abbiamo posto la nostra fiducia? In noi stessi, nella nostra intelligenza, nelle nostre forze, nelle nostre ricchezze, o in qualche assurda superstizione? Oppure siamo coscienti che Qualcuno, al di sopra di noi, si occupa della nostra vita, s’interessa dei particolari della nostra esistenza? Non accade nulla senza la sua volontà.

Poiché egli parlò e la cosa fu; egli comandò e la cosa sorse. (Salmi 33:9)

La vita cristiana è stata paragonata ad un tappeto di cui sulla terra possiamo vedere solo il rovescio. I fili e i colori sembrano aggrovigliati senza coerenza, ma un giorno Dio ce ne mostrerà il diritto. Allora comprenderemo lo scopo che Egli perseguiva, il senso di tutte le circostanze della vita.

Anche se attualmente tutto appare confuso, se ci sono fili tagliati e nodi, è bene confidare sempre in Colui che vuole il bene di quelli che l’amano.

Alla mente che riposa in te tu conservi una pace perfetta, perché confida in te. (Isaia 26:3)