Salvezza

Il bivio

Nessuno può servire a due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro; oppure sarà fedele all’uno e disprezzerà l’altro; voi non potete servire a Dio e a mammona. (Matteo 6:24)

Un credente residenti in una grande città, utilizzava la moto per i propri spostamenti. Un giorno parcheggiato il proprio mezzo, dimenticò sul seggiolino dello stesso il casco nuovo, il precedente gli era stato sottratto. Dopo aver terminato le proprie faccende, di ritorno alla moto, si accorse di aver dimenticato il caso e se ne ritornava tutto amareggiato, certo di non ritrovarlo più.

Ma arrivato a destinazione, trovò un uomo corpulento che deteneva per l’appunto il suo casco: piacevolmente stupito il ragazzo ringraziò l’uomo e gli disse: “La ringrazio per avere tanto atteso il mio ritorno, ma non aveva da fare, si dico non doveva andare al lavoro?”. La risposta dell’uomo fu: “Io di mestiere faccio il ladro! Ma oggi ho deciso di cambiare …”.

Il ragazzo rimase di ghiaccio e comprese che Dio aveva operato nel suo cuore e colse l’occasione per testimoniargli dell’amore del Signore, porgendogli l’Evangelo. Dopo aver parlato per diversi minuti, i due si salutarono, lasciando nel cuore del ragazzo un ricordo indelebile di come il Signore aveva operato nel cuore di quell’uomo.

Questo breve racconto è un esempio tangibile di come il Signore può operare anche nel cuore più duro e reticente.

Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dalla vostra carne il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. (Ezechiele 36:26)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *