Il senso della vita

Il caso

Poiché dunque rimane per alcuni di entrarvi, mentre quelli a cui prima fu annunziata la buona novella non vi entrarono a motivo della loro incredulità, egli determina di nuovo un giorno: “Oggi”, dicendo dopo tanto tempo, come è stato detto prima per mezzo di Davide: «Oggi, se udite la sua voce, non indurite i vostri cuori». (Ebrei 4:6-7)

Spesso attribuiamo al caso gli avvenimenti inaspettati che irrompono nella nostra vita, favorevoli o no che siano.

Un giorno, Renato era uscito da casa per fare un giro in bicicletta. All’andata, su un tratto di strada e in discesa, riesce a raggiungere la velocità di 70 km/h! Al ritorno affronta la salita e la velocità è molto più bassa, anche se lo sforzo è altrettanto stimolante.

All’improvviso, finisce in un buco nell’asfalto: la forcella si spezza e Renato viene sbalzato a terra riportando qualche contusione. Subito fa una riflessione: “E se la forcella si fosse rotta durante la discesa? Quali sarebbero state le conseguenze della caduta?” Com’è terribile il pensiero della morte per un ragazzo di 16 anni!

Quante persone, in situazioni simili, saranno giunte alla conclusione che hanno avuto “fortuna”! No, per Renato non era stata la fortuna, ma era Dio che lo aveva risparmiato, e aveva fatto in modo che si ponesse questa seria domanda: se la mi vita si fosse fermata in quel momento, dove avrei passato l’eternità?

Anche se sei ancora molto giovane, l’istante che segue non ti appartiene. “Dio infatti parla in un modo o nell’altro, ma l’uomo non ci bada … (Giobbe 33:14).

Stai attento alla sua chiamata. Risponde alla voce di Dio che non ti lascia in balia del caso, ma ti invita a riconoscerlo nella tua vita, ad affidarti a Lui interamente, a credere che tutto quello che ha fatto scrivere nella Bibbia è la verità. Tramite Gesù puoi arrivare a conoscere il suo amore infinito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *