Tutti lo dicono, tutti lo fanno. E’ questo forse un criterio per distinguere il male dal bene? L’opinione inculcata nelle masse dai “mass media”, non è certo l’insegnamento di Dio.

Constatiamo con sgomento che l’uomo accetta di considerare normali cose che un tempo considerava colpevoli, e per riuscirvi meglio cambia loro il nome; per esempio oggi l’adulterio è chiamata avventura, l’aborto I.V.G (Interruzione Volontaria Gravidanza), o eutanasia ciò che è in realtà un omicidio.

Ciò è un chiaro sintomo che la coscienza umana nella maggioranza delle persone è falsata. Non è una novità, l’apostolo Paolo scriveva ai Romani:

bibbiaL’ira di Dio si rivela dal cielo contro ogni empietà e ingiustizia degli uomini che soffocano la verità con l’ingiustizia; poiché quel che si può conoscere di Dio è manifesto in loro, avendolo Dio manifestato loro; infatti le sue qualità invisibili, la sua eterna potenza e divinità, si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo essendo percepite per mezzo delle opere sue; perciò essi sono inescusabili, perché, pur avendo conosciuto Dio, non l’hanno glorificato come Dio, né l’hanno ringraziato; ma si sono dati a vani ragionamenti e il loro cuore privo d’intelligenza si è ottenebrato. (Romani 1:18-21)

Ma vi sono comportamenti ancora più gravi. Certuni rifiutano di aderire ai comandamenti di Dio in nome della propria (sedicente) coscienza. Rifiutano le verità bibliche. E’ proprio per loro che Gesù ha detto:

Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. (Giovanni 3:19)

Per colui che agisce malvagiamente, che non vuol riconoscerlo e rifiuta la fede capace di salvarlo, non vi è alcuna possibilità di salvezza, ma colui che riconosce di essere peccatore e ne domanda perdono a Dio, trova luce, la fede e la salvezza portate da Cristo.

Chi copre le sue colpe non prospererà, ma chi le confessa e le abbandona otterrà misericordia. (Proverbi 28:13)

Non permettiamo mai alla nostraa coscienza di deviare secondo le idee del momento e secondo ciò che, forse, ci soddisfa personalmente. Cerchiamo la verità nella Parola di Dio portata nel mondo dal Signore Gesù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia