Udii una gran voce dal trono, che diceva: “Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate”. (Apocalisse 21:3-4)

Non possiamo raffigurarci l’immagine del mondo che Dio ha in preparazione, perché si tratta di un ambito interamente sconosciuto all’uomo.

E colui che siede sul trono disse: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose”. Poi mi disse: “Scrivi, perché queste parole sono fedeli e veritiere”, e aggiunse: “Ogni cosa è compiuta. Io sono l’alfa e l’omega, il principio e la fine. A chi ha sete io darò gratuitamente della fonte dell’acqua della vita”. (Apocalisse 21:5-6)

Se si dovesse riassumere in cinque parole la storia del mondo, non lo si potrebbe far meglio che per mezzo di quelle parole citate nel primo versetto: “lacrime… morte… cordoglio… grido… dolore”.

Ecco, a causa del peccato, ciò che caratterizza attualmente la terra quando ha preso termine, il primo paradiso descritto all’inizio della Bibbia. E alla fine di questo libro. Dio ci apre uno scorcio su un altro paradiso, nella nuova creazione, in cui la giustizia abiterà poiché il peccato e le sue tristi conseguenze saranno stati aboliti.

Ma, secondo la sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e nuova terra, nei quali abiti la giustizia. (2 Pietro 3:13)

Tutto ciò che caratterizza la terra attuale sarà allora scomparsa. I credenti vi avranno conosciuto la pena e il dolore, ma allora conosceranno perfettamente ciò che è la gioia; avranno conosciuto la morte e le sue conseguenze, ma conosceranno ciò che significa una vita che non avrà mai più fine; conosceranno la felicità invece del dolore.

In quella nuova creazione, i riscattati di Gesù Cristo saranno, non come Adamo nell’innocenza, ma come coloro che, avendo sofferto di tutti i guai che il peccato ha introdotto nella prima creazione, sapranno apprezzare in modo perfetto ciò che Dio ha preparato per loro. Il migliore dei mondi è quello in cui è costante la presenza di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia