Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo, che un uomo, dopo averlo trovato, nasconde; e, per la gioia che ne ha, va e vende tutto quello che ha, e compra quel campo. Il regno dei cieli è anche simile a un mercante che va in cerca di belle perle; e, trovata una perla di gran valore, se n’è andato, ha venduto tutto quello che aveva, e l’ha comperata. (Matteo 13:44-46)

Queste due parabole, dell’uomo che trova un tesoro e del mercante che trova una perla pregiata, non rappresentano il peccatore che trova il tesoro della salvezza o che scopre in Gesù la perla di gran valore.

image_previewL’uomo e il mercante vendono tutto ciò che posseggono pur di avere quel tesoro e quella perla, ma il peccatore non ha nulla da vendere per comprare la salvezza! La grazia è offerta gratuitamente a chi vuole accettarla.

Questi due racconti, invece, ci presentano il Signore Gesù che, sapendo quale tesoro stava per ricavare da questo mondo, cioè i veri credenti, ha “speso” tutto per acquistarlo, ha dato la propria vita.

Siete stati comprati a caro prezzo. (1 Corinzi 6:20)

Questo “vendere tutto” ci fa riflettere su ciò che il Signore ha lasciato quando è venuto nel mondo. Nel farsi uomo ha “spogliato” Se stesso; come uomo, s’é “umiliato”, ha rinunciato a tutti i Suoi diritti di Messia, alla considerazione che gli era dovuta da parte degli uomini, e anche alla simpatia dei discepoli.

Alla fine ha dato se stesso morendo sulla croce (Filippesi 2:6-8). Dal campo del mondo ha trattato un tesoro, composto da tutti i Suoi riscattati; ognuno è un gioiello prezioso, che è stato acquistato a caro prezzo; tutti insieme formano quel “tesoro” che è la Chiesa, l’insieme di tutti i veri credenti (Galati 2:20; Efesini 5:2).

Nella parabola, il Signore si presenta anche un mercante che cerca delle belle perle; e quando ne ha trovata una di gran prezzo vende tutto ciò che ha e la compra. Anche la perla raffigura la Chiesa, la Sua Sposa, per la quale ha dato la propria vita (Efesini 5:25).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia