Sui muri delle nostre città, nelle pagine di giornali e di periodici, sono poste, in bella mostra, immagini provocanti e di cattivo gusto. Ostentazione senza complessi di un disordine morale che come una cancrena corrode progressivamente la società.

migrazion“Bisogna dunque censurare la pubblicità?” – si chiedeva recentemente un noto pubblicista, facendo notare: “La libertà d’espressione in questo campo ha avuto come diretta conseguenza l’incremento della libertà dei costumi…. Sono piuttosto coloro che si ritengono shoccati da queste immagini che dovrebbero chiedersi se non sono per caso loro in ritardo sulla loro epoca”.

Questa evoluzione non è sorprendente; la Parola di Dio ci avverte infatti che “negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno:

Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontanati! (2 Timoteo 3:1-5)

In fondo, ciò che conta è di avere una religione alla quale cerchiamo, con tutta naturalezza, di piacere, invece di imparare dalla Bibbia e da Gesù, che ci ha trasmesso i giusti valori.

Come colui che vi ha chiamati è santo, anche voi siate santi in tutta la vostra condotta (1 Pietro 1:15)

La società, l’epoca o i costumi possono variare, ma ciò non dovrebbe comunque far dimenticare all’uomo che permarrà nel tempo qualcosa di assolutamente stabile e permanente: la santità di Dio. Pertanto, ai figli di Dio si addice un comportamento che non faccia concessioni né a una moda, né a un’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia