La gioia

Tu hai mutato il mio lamento in danza; hai rimosso il mio cilicio, e mi hai rivestito di gioia, affinché la mia anima possa cantare gloria a te senza posa. O Eterno, DIO mio, io ti celebrerò per sempre. (Salmi 30:11-12)

Cos’è la gioia? Me lo sono chiesto anch’io ed ho cominciato ad indagare. Il dizionario italiano dice che è un sentimento di piena e viva letizia, oppure una persona o cosa che sono causa di felicità o una pietra preziosa.

I sentimenti sono passeggeri, possono cambiare da un momento all’altro, in base alle situazioni e al momento. Per quanto riguarda le persone, è risaputo che la stessa persona può essere dapprima un motivo di gioia e dopo di tristezza e delusione. In ultimo dice “pietra preziosa” lasciando intendere che sia un gioiello.

Le risposte che avevo ricevuto dalla conoscenza non soddisfacevano per niente la mia curiosità, ma ad un certo punto una voce mi disse: “Cera il termine ‘pietra angolare’. Non sapevo cosa fosse, ma cominciai a cercare. Trovai in internet un’interessante risposta: la pietra angolare è la pietra d’angolo su cui si poggiano i muri, dunque il fondamento di un edificio.

Più avanti c’era scritto un verso che diceva: «Ecco, io pongo come fondamento in Sion una pietra, una pietra provata, una testata d’angolo preziosa, un fondamento sicuro; chi crede in essa non avrà alcuna fretta» (Isaia 28:16). In quell’istante, i miei occhi s’illuminarono: nella mia vita poteva esserci gioia, la vera gioia, solo se avessi confidato in Cristo Gesù.

Su chi è posta la tua felicità: sui sentimenti, sulle persone o sulla pietra angolare? In chi confidi? Gesù è l’unico che può trasformare un lutto in danza e donarti la gioia eterna, ma spetta a te porre la tua vita nelle Sue mani e permetterglielo. Fallo e non ti pentirai!

Leave a Reply