La luce del mondo

E Gesù di nuovo parlò loro, dicendo: «Io sono la luce del mondo; chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». (Giovanni 8:12)

La condotta dei discepoli di Gesù Cristo in questo mondo dev’essere come una luce visibile a tutti. In cosa consiste questa luce che i credenti sono tenuti a far brillare? E’ il loro agire in armonia col pensiero di Dio, sono i loro discorsi, è ogni manifestazione visibile della loro fede. E’ la luce della vita di Cristo che è in loro.

Quando Egli era sulla terra, i suoi discepoli hanno visto irradiarsi dal loro Maestro questa luce che dissipava i loro dubbi, cacciava i timori, fortificava la fede. Dopo la sua risurrezione, il calore del suo amore ha riscaldato il loro cuore e ispirato i loro atti. La comunione che avevano col Salvatore li ha resi capaci di portare al mondo la Sua luce di vita.

Martin Luther King ha detto: “L’oscurità non può cacciare l’oscurità; soltanto la luce può farlo”.

Noi, come discepoli del Signore, siamo tenuti a manifestare questo amore e a vivere seguendo le indicazioni del Signore nei capitoli da 5 a 7 del Vangelo di Matteo.

Allora i nostri vicini e conoscenti potranno constatare che cosa significa credere in Dio e cercare di onorarlo. E saranno indotti a riconoscere che la nostra luce è la Sua luce, e le nostre azioni il risultato della Sua opera in noi. Così anch’essi glorificheranno Dio.

Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli. (Matteo 5:16)

Leave a Reply