Infatti io non mi vergogno dell’evangelo di Cristo, perché esso è la potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del Giudeo prima e poi del Greco. Perché la giustizia di Dio è rivelata in esso di fede in fede, come sta scritto: «Il giusto vivrà per fede». (Romani 1:16-17)

Il Signore Gesù, dopo la Sua risurrezione, affida ai discepoli sotto forme differenti ma con lo stesso significato, la missione di portare nel mondo la buona notizia della grazia di Dio. Leggiamo le Sue parole:

Andate dunque, e fate discepoli di tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro di osservare tutte le cose che io vi ho comandato. Or ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine dell’età presente. Amen». (Matteo 28:19-20)

Poi disse loro: «Andate per tutto il mondo e predicate l’evangelo a ogni creatura; chi ha creduto ed è stato battezzato, sarà salvato; ma chi non ha creduto, sarà condannato. (Marco 16:15-16)

Allora aprì loro la mente, perché comprendessero le Scritture, e disse loro: «Così sta scritto, e così era necessario che il Cristo soffrisse e risuscitasse dai morti il terzo giorno, e che nel suo nome si predicasse il ravvedimento e il perdono dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme. Or voi siete testimoni di queste cose. Ed ecco, io mando su di voi la promessa del Padre mio; ma voi rimanete nella città di Gerusalemme, finché siate rivestiti di potenza dall’alto. (Luca 24:45-49)

I discepoli non erano che un pugno di uomini in mezzo al vastissimo Impero Romano con le sue religioni pagane. Eppure, in soli settant’anni il Vangelo si è diffuso in tutta la zona mediterranea dell’impero e oltre. Dicendo ai discepoli “Andate”, Gesù aveva anche promesso il Suo aiuto e la Sua presenza:

Essi poi se ne andarono a predicare dappertutto, mentre il Signore operava con loro e confermava la parola con i segni che l’accompagnavano. Amen. (Marco 16:20)

Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all’estremità della terra». (Atti 1:8)

Ancora oggi Dio lavora per mezzo del Suo Spirito Santo e della Sua Parola; il Vangelo non è mai stato diffuso nel mondo come ai nostri giorni, e soltanto Dio sa quanto anime ogni giorno vanno a Lui. Che privilegio essere “collaboratori” di Dio in quest’opera straordinaria che offre pace, perdono, eterna salvezza!

Poi Gesù di nuovo disse loro: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, così io mando voi». (Giovanni 20:21)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia