La Bibbia è piena di profezie che riguardano il popolo d’Israele, molte di queste si sono già compiute e la storia di questo popolo ne è la prova. Le origini del popolo di Israele risalgono ad Abramo. Apparteneva probabilmente alla civiltà sumera. In quel tempo i popoli si erano allontanati da Dio, si erano dati all’idolatria e non cercavano più il loro Creatore.

DSCF1567Così il Signore fece uscire la famiglia di Abramo da quel popolo, non sappiamo perché proprio quella famiglia, forse perché Dio, che vede il cuore delle persone, aveva riscontrato in Abramo, un cuore aperto alla Sua chiamata.

Terah, padre di Abramao, partì da Ur dei Caldei con tutta la sua famiglia e si stabilì a Caran, dove rimase fino alla fine dei suoi giorni (Genesi 11:31). Dopo la morte di Terah, il Signore disse ad Abramo di andarsene da Caran per stabilirsi nel paese che gli avrebbe mostrato. (Genesi 12:1-3).

Le promesse che Dio fece ad Abramo non erano sottoposte ad alcuna condizione e furono rinnovate da Dio in diverse occasioni. (Genesi 12:7; 13:14-17; Genesi 17:3-8). Abramo non vide mai il realizzarsi di queste promesse, ma la sua fede non venne mai meno e Dio riconfermò ad Isacco e Giacobbe le Sue promesse. (Genesi 26:2-4; Genesi 28:13-14).

Oggi sappiamo che queste promesse si sono compiute, Dio aveva scelto un uomo dal quale formare il Suo popolo sulla terra. Doveva essere il Suo testimone e portare la parola di Dio e la Sua a benedizione a tutti popoli della terra.

Da questo popolo nasce il Messia che sarebbe diventato il Salvatore del mondo. Infatti in Giovanni 4:22 è scritto “la salvazione viene dai Giudei”. Quindi per mezzo di questo popolo la salvezza giunge a tutte le famiglie della terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia