L’universo e il suo Creatore

Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo si è manifestato l’amore di Dio verso di noi, che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, affinché noi vivessimo per mezzo di lui. (1 Giovanni 4:8-9)

In molteplici campi, gli uomini di scienza si sono ridotti alle ipotesi e ai dubbi. Il filosofo Lewis Fiske scrive:

“Invece, per quanto concerne Dio e la sua esistenza, non vi possono essere dubbi. Egli è l’Infinito, l’Assoluto, l’Eterno, la Causa prima. Non è inconcepibile, ma è incomprensibile. Noi lo troviamo, ma non possiamo afferrarlo.

Impossibile sondare le profondità del suo Essere, ma la ragione ci dichiara che Egli è l’Origine di tutto ciò che esiste. Noi raggiungiamo le cime più elevate del pensiero accettando l’esistenza di Dio e conoscendolo. Facciamo dipendere tutto dalla volontà del Creatore, infinitamente intelligente, e bisogna che sia così!”

Dalle origini del mondo l’intelligenza umana è in grado di discernere, attraverso le opere di Dio, la sua eterna potenza e divinità, in modo che gli uomini siano inescusabili per non riconoscere l’esistenza e la grandezza del loro Creatore.

Non possiamo concepire un uomo intelligente che facesse qualsiasi cosa senza uno scopo ben preciso. Dietro ad ogni azione, noi ricerchiamo un motivo. Lo scopo di Dio, nella creazione, era di porvi l’uomo fatto a sua immagine e a sua somiglianza e rivelarsi a lui come Dio di amore.

E noi abbiamo conosciuto e creduto all’amore che Dio ha per noi. Dio è amore; e chi dimora nell’amore dimora in Dio e Dio in lui. (1Giovanni 4:16)

Leave a Reply