Nel vostro comportamento non siate amanti del denaro e accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò». Così possiamo dire con fiducia: «Il Signore è il mio aiuto, e io non temerò. Che cosa mi potrà fare l’uomo?». (Ebrei 13:5-6)

Se siamo veri credenti non dobbiamo mai dubitare della nostra salvezza eterna; sarebbe fare un torto al Signore che per ottenerla ha pagato un così caro prezzo.

123819949-3bc879d1-1c4c-4c7b-8572-daf106e95cbfMa quando sopraggiungono delle difficoltà molto gravi, delle disgrazie terribili o dei grandi dolori, potrebbe avvenire che per qualche momento la nostra fiducia nel Signore si indebolisca. Forse dubitiamo che Lui ci sia davvero sempre vicino, o che non si interessi di tutte le nostre circostanze terrene, o forse che non ci ami di quell’amore di cui siamo così sicuri quando le cose vanno bene.

Eppure, Dio mantiene tutte le sue promesse, sia che riguardino la salvezza della nostra anima, sia che riguardino la Sua assistenza, il Suo aiuto nelle difficoltà, la Sua partecipazione al nostro dolore, la Sua potenza di alleviare le sofferenze e di darci la pace nel cuore a dispetto delle circostanze.

Dio Padre non perde mai il controllo delle nostre vicende terrene. Sono i suoi scopi e le Sue motivazioni che non sempre riusciamo a comprendere, ma possiamo essere certi che hanno sempre in vista la nostra benedizione.

Credenti che hanno attraversato delle dure prove confermano che quando si sono buttati nelle braccia del Signore e hanno deciso di attraversarle con Lui, hanno goduto di una pace e di una serenità profonde, mai provate neanche nei momenti di benessere.

Credere in Dio significa credere a tutto ciò che ci ha rivelato nella Bibbia e a tutte le Sue promesse. Significa accettare come assolutamente vere tutte le Sue parole, nessuna esclusa.

Tratto da “1200 giorni con Gesù”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia