Salvezza

Moneta di scambio

E se invocate come Padre colui che giudica senza favoritismi, secondo l’opera di ciascuno, comportatevi con timore durante il tempo del vostro soggiorno terreno; sapendo che non con cose corruttibili, con argento o con oro, siete stati riscattati dal vano modo di vivere tramandatovi dai vostri padri, ma con il prezioso sangue di Cristo, come quello di un agnello senza difetto né macchia. (1 Pietro 1:18-19)

Tutte le virtù umane rassomigliano a quelle piccole conchiglie che servono come moneta di scambio in certe isole dell’oceano Indiano. Se hanno corso tra gli indigeni, sono tuttavia senza valore nei nostri paesi. Allo stesso modo, le qualità dell’uomo possono essere apprezzate tra gli altri uomini, ma nessuna di esse, e perfino tutte riunite insieme, sono in grado di “pagare l’entrata” nel cielo.

crocipresepeOra però, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, della quale danno testimonianza la legge e i profeti: vale a dire la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo, per tutti coloro che credono – infatti non c’è distinzione: tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio – ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. (Romani 3:21-24)

Nessun offerta può dare accesso alla presenza di Dio…

Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo cercano. (Ebrei 11:6)

La fede è credere ciò che Dio dice, è essere d’accordo con la sua diagnosi sull’uomo, peccatore e condannato ai tormenti eterni. E’ accettare il suo rimedio: credere che Gesù è morto per salvarlo. La fede è appoggiarsi sulle promesse di Dio, è avere in Lui piena fiducia.

Solo allora potrà utilizzarci al suo servizio. Il solo ostacolo che ci impedisce di ricevere il perdono dei nostri peccati, è l’incredulità, poiché ciò significa dubitare dell’amore di Dio, e dell’opera di Gesù alla croce, ed equivale dunque a rifiutare la sua grazia e procedere inesorabilmente davanti al giudizio. E’ durante la sua vita che l’uomo deve preoccuparsi della sua “entrata” nel paradiso. Il solo prezzo che è stato pagato e che Dio ha accettato, è il prezioso sangue di Cristo.

Ma se camminiamo nella luce, com’egli è nella luce, abbiamo comunione l’uno con l’altro, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato. (1 Giovanni 1:7)

E’ di capitale importanza pensarvi oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *