Il senso della vita

Non abbiamo dimenticato nulla?

Ma se tu dimentichi l’Eterno, il tuo DIO, per seguire altri dèi e per servirli e prostrarti davanti a loro, io dichiaro solennemente contro di voi quest’oggi che per certo perirete. (Deuteronomio 8:19)

“Ho chiuso la mia valigia, ho preso il mio bagaglio a mano, i miei documenti, il parapioggia… Faccio ancora mentalmente un rapido riepilogo del contenuto dei miei effetti personali e salto nel taxi che ho chiamato. Costato con piacere di avere rispettato, come sempre, la tabella di marcia! Ma al momento di prendere il treno, mi accorgo con costernazione che ho dimenticato il mio… biglietto!

Inutile dire che ciò sconvolge tutta la mia giornata, devo provvedere a modificare tutti i miei appuntamenti… anche se il programma che mi ero prefissato non era certamente quello di un primo ministro! Senza dubbio, le conseguenze di questa dimenticanza possono essere rimediate.”

Questo breve racconto ci fa rifletter…. Siamo certi di non aver dimenticato nulla? Non abbiamo per caso dimenticato che esiste un Dio; creatore dell’universo e di ogni vita sulla terra, a cui l’essere umano deve ubbidienza?

Che giova infatti all’uomo, se guadagna tutto il mondo e poi perde la propria anima? Ovvero, che darà l’uomo in cambio dell’anima sua? (Matteo 16:26)

Ci ricordiamo che la fine di ogni vita è la morte? E dopo la morte viene il giudizio, quando tutti gli uomini dovranno comparire davanti a Colui che darà a ciascuno il giusto salario delle aue azioni? Il salario del peccato è la morte; e noi abbiamo tutti peccato.

E come è stabilito che gli uomini muoiano una sola volta, e dopo ciò viene il giudizio, così anche Cristo, dopo essere stato offerto una sola volta per prendere su di sé i peccati di molti, apparirà una seconda volta senza peccato a coloro che lo aspettano per la salvezza. (Ebrei 9:27-28)

Non abbiamo forse dimenticato che Egli ordina che tutti gli uomini, in ogni luogo si pentano? Oggi, perché domani potrebbe essere troppo tardi.

Ma ora, passando sopra ai tempi dell’ignoranza, Dio comanda a tutti gli uomini e dappertutto che si ravvedano. (Atti 17:39)

Non abbiamo dimenticato che Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio Gesù Cristo per la salvezza dell’uomo peccatore e perduto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *