Ora ascolta

Fate dunque attenzione a come ascoltate, perché a chi ha sarà dato, ma a chi non ha sarà tolto anche quello che pensa di avere. (Luca 8:18)

Al Signore Gesù sta molto a cuore come noi riceviamo la Parola di Dio. Dice infatti: “Fate dunque attenzione a come ascoltate”. Egli riconosce come Suoi “quelli che odono la Parola di Dio e la mettono in pratica”.

Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli; ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. (Matteo 7:21)

Il “nome” che portiamo, alla prova dei fatti, in se stesso non conta. Gesù sembra dire ai Suoi discepoli: “Fate dunque attenzione a come ascoltate”. Fate attenzione a non udire in modo affrettato e negligente, dato che la verità e le dottrine che ora udite le dovreste predicare anche agli altri.

“Chiunque ha”, cioè chi ha conoscenza delle dottrine dell’Evangelo, ed ha i doni e la capacità di comunicarle ad altri, a lui “sarà data” maggiore conoscenza, ed usando i suoi doni essi saranno aumentati”,… ma a chi non ha “vera, solida e spirituale conoscenza delle cose di Dio, sebbene abbia avuto vantaggi considerevoli ed opportunità di apprenderla “sarà tolto anche quello che pensa di avere”, cioè quello che ad altri sembrava che lui avesse o pensava egli stesso di avere.

Leave a Reply