Liberi di fare il bene

Chi, per essere un buon cristiano, incominciasse a imporsi con la forza delle rinunce, sbaglierebbe strada e ben presto si fermerebbe. La motivazione interiore di ogni rinuncia è l’amore per Cristo. Si rinuncia perché si ha Lui, si conosce Lui. Anzi, ritengo anche tutte queste cose essere una perdita di fronte all’eccellenza della conoscenza di…

Dettagli

L’apparente assenza di Dio

Ma quasi inciamparono i miei piedi; poco mancò che i miei passi non scivolassero. (Salmo 73:2) Leggendo i Salmi, scopriamo dei testi singolarmente attuali! I loro autori hanno vissuto le nostre stesse speranze e le stesse angosce. Hanno conosciuto la povertà, la malattia, la solitudine, l’incomprensione, le beffe… Si sono posti molte domande sull’apparente assenza…

Dettagli

Un bilancio lucido e lungimirante

Alla radio, durante una trasmissione nella quale gli uditori intervengono in diretta, una frase ha colpito l’attenzione di un ascoltatore: “Nel timore che incute l’avvenire, nella paura della distruzione generale, ogni gruppo umano, sia esso geografico, etnico, linguistico o religioso, cerca di raggrupparsi per sopravvivere opponendosi agli altri in un riflesso di difesa. Ma ciò…

Dettagli

La risurrezione

Gli storici non mettono in dubbio l’esistenza di Gesù di Nazareth. Sono concordi nel dire che era un predicatore giudeo itinerante, crocifisso circa 2000 anni fa. Parecchi testi non biblici, scritti poco tempo dopo i Vangeli, citano l’esistenza di Gesù; si possono ricordare gli scritti di Giuseppe Flavio (ca. 93 d.C.), e degli storici romani…

Dettagli

Carpe diem

Quando si è giovani la vita sembra molto lunga. Le conoscenze ancora da acquisire, i progetti da realizzare e gli obiettivi da raggiungere sono tanti e lontani. Tutto è proiettato nel futuro e si intravede all’orizzonte. La via per raggiungere le mete sembra non finire mai. Poi però, col passare degli anni, queste lunghe distanze…

Dettagli

L’abito della domenica

Quando eravamo piccoli, si andava in Chiesa la domenica, vestiti coi nostri abiti più belli. Al ritorno, prima di sederci a tavola, bisognava “cambiarsi”. Durante la settimana, ci si accontentava, ed era ovvio, dell’abito “di tutti i giorni”. Quanti giorni, nel corso della settimana, indossiamo “l’abito della domenica”, cioè: per quanti giorni viviamo con l’atteggiamento…

Dettagli

Segnali stradali

Nello scompartimento, la conversazione si prolunga. “I cristiani – dice il giovane di cui abbiamo parlato ieri – i veri discepoli, cioè coloro il cui cristianesimo non si limita a delle semplici pratiche religiose, ma corrisponde a un impegno interiore, sono come dei segnali stradali che indicano Gesù. Un segnale può essere sbiadito, messo un…

Dettagli