Fede

Perché non credere?

Allora Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto difficilmente coloro che hanno delle ricchezze entreranno nel regno di Dio!». (Marco 10:23)

Con gli anni che passano accumuliamo sempre qualcosa in più! Oh, non forzatamente dei beni materiali, ma certamente delle conoscenze, delle esperienze di vita … Ci formiamo delle convinzioni, delle opinioni, delle idee, alle quali teniamo come teniamo ai nostri beni, alla nostra reputazione e alle nostre relazioni. Eppure, tutte queste ricchezze, perché tali sono, possono rivelarsi un ostacolo per credere in Gesù.

L’Evangelo ci fa un esempio chiaro: quello di un uomo ricco, irreprensibile sul piano morale e religioso. Egli corre da Gesù e gli chiede: «Maestro buono, cosa devo fare per ereditare la vita eterna?» (Marco 10:17).

Quel giovane uomo sentiva che tutto ciò che aveva non era sufficiente, così Gesù gli mostra quale era il vero ostacolo alla sua salvezza: i suoi beni! Allora il giovane ricco se ne andò tutto triste, preferendo i suoi beni alla vita eterna.

Sta ad ognuno interrogarsi, o piuttosto chiedere al Signore: “Mostrami ciò che m’impedisce di credere a Te e di seguirti”. E come se tenessimo stretto tra le mani ciò che possediamo, mentre la fede è lasciare la presa e alzare le nostre mani a Dio, senza i nostri ragionamenti e pronti a ricevere ciò che Egli ci vuole dare. Dobbiamo anche essere pronti a lasciargli togliere ciò che ingombra ed ostacola il nostro cammino di fede, certi che se il Signore ritiene di toglierci qualcosa, lo fa per arricchirci.

Egli è venuto affinché avessimo la vita in abbondanza. Apriamo i nostri cuori al Signore, con fiducia ed umiltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *