Or Gesù, camminando lungo il mare della Galilea, vide due fratelli: Simone detto Pietro e Andrea suo fratello, i quali gettavano la rete nel mare, poiché erano pescatori; e disse loro: «Seguitemi e io vi farò pescatori di uomini». (Matteo 4:18-19)

DSCF1079Gesù cammina lungo il mare della Galilea, quando vede Pietro e Andrea e li inviata a seguirlo. Subito i due uomini lasciano ogni cosa e lo seguono. Poco lontano ne vede altri due, Giacomo e Giovanni, che stavano rassettando le loro reti. Li chiama, e anche questi lo seguono senza esitare.

E, proseguendo il cammino, vide due altri fratelli: Giacomo, il figlio di Zebedeo e Giovanni suo fratello, nella barca con Zebedeo loro padre, i quali riassettavano le reti; e li chiamò. Ed essi, lasciata prontamente la barca e il padre loro, lo seguirono. (Matteo 4:21-22)

Che potenza nella chiamata del Signore! Per quegli uomini è il momento decisivo, nel quale all’improvviso tutto cambia. Essi lasciano barca, reti, mestieri, compagni, per stare con quell’Uomo straordinario, che affiderà loro una straordinaria missione. Il Signore li trasformerà in predicatori del Vangelo.

Seguendo Gesù hanno imparato che cos’è l’amore di Dio per tutti gli uomini, e particolarmente per coloro che sono nelle pene e alla ricerca della verità e della giustizia. Il Signore ha voluto formarli per il suo servizio, affinché potessero aiutare altri ad uscire dalla miseria in cui il peccato li aveva immersi.

Non tutti i credenti sono chiamati ad abbandonare il proprio lavoro per servire il Signore. Ma tutti, un giorno, hanno sentito nel loro cuore la voce di Gesù che ha detto “Seguimi” e l’hanno seguito.

E tu, hai risposto? Sei andato dal Signore, così come sei, per trovare in lui il tuo Salvatore e per seguirlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia