Preghiera

Sia santificato il tuo nome

Pronunciare il nome di Dio deve immediatamente evocare l’onore supremo che gli è dovuto. Nessuno ha esaltato il nome di Dio meglio di Gesù, l’ha fatto conoscere con le parole e con gli atti, con la sua vita come pure con la propria morte. L’ha rivelato con la santità, col suo amore e la sua giustizia. E nella sua vittoria in risurrezione.

Queste cose disse Gesù, poi alzò gli occhi al cielo e disse: «Padre, l’ora è venuta; glorifica il Figlio tuo, affinché anche il Figlio glorifichi te, poiché tu gli hai dato potere sopra ogni carne, affinché egli dia vita eterna a tutti coloro che tu gli hai dato. (Giovanni 17:1-2)

E io ho fatto loro conoscere il tuo nome e lo farò conoscere ancora, affinché l’amore, del quale tu mi hai amato, sia in loro e io in loro. (Giovanni 17:26)

Santificare il nome di Dio significa riconoscerlo come santo, interamente diverso da tutto quello che caratterizza l’uomo. E’ dargli il posto che gli è dovuto in tutta la nostra vita, i nostri pensieri, le nostre scelte e le nostre parole.

E quelli che conoscono il tuo nome confideranno in te, perché tu, o Eterno, non abbandoni quelli che ti cercano. (Salmo 9:10)

Nel mondo in cui viviamo, il nome di Dio è lungi dall’essere santificato. Invece di essere rispettato, è spesso bestemmiato. Questo mette in evidenza la decadenza morale degli uomini che cercano la loro propria gloria e vogliono farsi un nome.

E dissero: «Orsù, costruiamoci una città e una torre la cui cima giunga fino al cielo, e facciamoci un nome, per non essere dispersi sulla faccia di tutta la terra». (Genesi 11:4)

Persino tra i cosiddetti cristiani il nome di Dio è disonorato. Che possiamo fare nostra questa commovente preghiera di un monaco sconosciuto, ritrovata in un vecchio manoscritto:

“Padre diletto, il tuo nome sia santificato in me. Riconosco di averlo profanato e di aver fatto appassire questo tuo santo nome con il mio orgoglio, alimentato dalla preoccupazione del mio onore e della mia reputazione. Soccorrimi con la tua grazia affinché in me ci siano soltanto il tuo nome e la tua gloria.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *