Stalking

Egli vuole sottrarre anche te dal morso dell’avversità, per portarti in un luogo ampio senza restrizione, con una tavola imbandita piena di cibi succulenti. (Giobbe 36:16)

Lo stalking è un fenomeno complesso che si è largamente diffuso negli ultimi anni. Esso prevede due attori principali: lo stalker, che è l’autore delle molestie, e la sua vittima, che è l’oggetto del suo desiderio malato. All’estendersi del fenomeno si sono estese anche le informazioni e le prevenzioni al riguardo, come telefoni e sportelli di supporto per le vittime.

C’è uno stalker invisibile che perseguita la nostra vita per ottenere una relazione stabile con noi: si chiama satana. Inizia in maniera dolce, toccando i nostri punti deboli, che conosce molto bene, e pretendendo che gli ubbidiamo. Una volta fatto, mette su di noi il peso della vergogna, legandoci con il peccato e credendo di averci in pugno.

Ma noi abbiamo la possibilità di farci liberare ed aiutare: basta chiederlo! Giobbe ci dice che come lui è stato liberato dall’opprezzione e dalla persecuzione, così anche tu puoi esserlo.

Come? Facendo come lui: riconoscendo che solo Dio ha il potere di liberarci dall’oppressore e resituirci la libertà. Non avere paura, gridagli il tuo bisogno, ed Egli ti tirerà fuori dal baratro in cui sei caduto! Non esitare più, non hai bisogno di un telefono per parlare con Lui; puoi farlo lì dove ti trovi. Dio aspetta che tu lo faccia!

Leave a Reply