Rapimento della chiesa

Un gradito ritorno

Ora vi diciamo questo per parola del Signore: noi viventi, che saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo coloro che si sono addormentati, perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo e con la tromba di Dio discenderà dal cielo, e quelli che sono morti in Cristo risusciteranno per primi; poi noi viventi, che saremo rimasti, saremo rapiti assieme a loro sulle nuvole, per incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore. (1 Tessalonicesi 4:15-17)

Anche chi non è credente sa che duemila anni fa, è nato ed è morto in croce il Signore Gesù Cristo. La Bibbia è un libro conosciuto da tutti, tanti conoscono anche alcuni versetti a memoria, i vangeli sono stati narrati anche attraverso il cinema, perciò l’avvento del Messia è famoso.

Ma chi ha accettato il messaggio dell’Evangelo, chi ha sperimentato l’amore di Dio, ha accettato la salvezza offerta gratuitamente a coloro che credono. La Bibbia, Parola di Dio, dice che lo stesso Gesù che è morto ed è risuscitato tornerà per rapire la Sua chiesa, cioè coloro che si sono separati dal peccato e che lo aspettano per vivere per l’eternità col Signore.

E quando sarò andato e vi avrò preparato il posto, ritornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io siate anche voi. (Giovanni 14:3)

Del ritorno di Gesù Cristo tanti non ne sono a conoscenza; in ambienti anche religioso non se ne parla, tanti “credenti” lo ignorano, come ignorano tante altre cose che la Parola di Dio afferma. Il rapimento della chiesa è il completamento dell’opera redentrice di Cristo. Questo evento è atteso con gioia dal credente, perché il suo obiettivo è quello di vivere per l’eternità con Gesù. Dio vuole che anche per te, quello di Cristo, sia un gradito ritorno. Dio ti benedica.

Se noi speriamo in Cristo solo in questa vita, noi siamo i più miserabili di tutti gli uomini. Ma ora Cristo è stato risuscitato dai morti, ed è la primizia di coloro che dormono. Infatti, siccome per mezzo di un uomo è venuta la morte, così anche per mezzo di un uomo è venuta la risurrezione dei morti. Perché, come tutti muoiono in Adamo, così tutti saranno vivificati in Cristo, ma ciascuno nel proprio ordine: Cristo la primizia, poi coloro che sono di Cristo alla sua venuta. (1 Corinzi 15:19-23)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *